Dal 1989... la prima borsa noli dell'autotrasporto merci italiana.

CORMA (COntrollo Rumore MArino) 

Transpobank S.r.l. è Partner del progetto CORMA (COntrollo Rumore MArino) che, come progetto di ricerca e sviluppo nell’ambito delle Tecnologie Marittime, è cofinanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. Le attività del progetto rientrano, infatti, in una delle priorità del Programma Operativo Regionale, Obiettivo «Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione» 2014-2020 ovvero l’Asse 1 – “Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione”, Azione 1.3 – “Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi”.  

Il progetto CORMA, avviato il 01° novembre 2018, ha come finalità generale lo sviluppo di un sistema completo di monitoraggio del rumore sottomarino che consenta di ricostruire lo spazio del rumore in un bacino marino, tenendo conto della morfologia del fondo mare e delle proprietà fisiche della colonna d’acqua. Sensori sviluppati ad hoc trasmetteranno i dati raccolti ad un sistema centralizzato in grado di rappresentare in tempo quasi reale lo stato del sistema su una piattaforma web based e valutare l’impatto delle attività marine e costiere, in modo da valutare e gestire al meglio le crisi, nonché pianificare possibili attività di mitigazione. Il nuovo sistema di acquisizione verrà fornito sia come modulo da installare su boe e piattaforme già operative per altri scopi, sia come unità autonoma di dimensioni ridotte, fornita di sistemi di alimentazione basati su tecnologie green. 

Dopo aver sviluppato un modello numerico acustico del golfo di Trieste, verrà installato su delle boe un sistema di acquisizione e trasmissione a terra dei dati sul rumore che terranno conto delle caratteristiche fisico-chimiche delle acque e del fonoassorbimento del fondale e verranno integrate in un sistema che ricostruirà l’ambiente sonoro sottomarino in ogni punto del bacino, creando un vero e proprio modello di propagazione del suono. In futuro, questo risultato potrà essere utilizzato per sviluppare una serie di prodotti georeferenziati su portali e servizi web, personalizzabili in funzione degli interessi dei vari stakeholders e policy maker che ne faranno uso. 

DURATA DEL PROGETTO: 30 mesi
SPESA AMMESSA: 1.199.966,38 €
CONTRIBUTO CONCESSO: 860.897,02 €
PARTNER: Cergol Engineering Consultancy s.r.l. (Capofila), Transpobank s.r.l. e Istituto Nazionale Di Oceanografia e Di Geofisica Sperimentale-OGS.  

  

MADCROW (Marine Data Crowdsourcing) 

Transpobank S.r.l. è Capofila di MADCROW (Marine Data Crowdsourcing), progetto di ricerca e sviluppo nell’ambito delle Tecnologie Marittime, cofinanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. Le attività del progetto rientrano in una delle priorità del Programma Operativo Regionale, Obiettivo «Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione» 2014-2020 ovvero l’Asse 1 – “Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione”, Azione 1.3 – “Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi”.

I monitoraggi in ambiente marino sono lenti e molto costosi, circoscritti nello spazio e nel tempo, ma soprattutto focalizzati su problemi o ambiti specifici, ed a questi restano spesso confinati. Con gli attuali modelli di rilevamento, acquisire misurazioni contemporanee di molteplici parametri, con elevata frequenza ed in aree diverse, è logisticamente difficile ed economicamente non sostenibile; ma solo grazie a questo tipo di analisi ed attraverso grandi quantità di dati in tempo reale è possibile comprendere approfonditamente le dinamiche generali e lo stato dei mari. Si rende perciò necessario un nuovo e più efficiente paradigma di campionamento, che sta proprio alla base del progetto MaDCrow, avviato il 10 aprile 2017, e che propone la creazione di un’innovativa infrastruttura di raccolta, integrazione e disseminazione di dati marini basata sul crowdsourcing.

I dati saranno quindi acquisiti da multi parametriche installate su imbarcazioni e piattaforme di registrazione, dotate di numerosi sensori (temperatura, salinità, pH ed altro), che trasmetteranno i dati a terra utilizzando reti wireless, 3-4G oppure satellitari nelle aree non coperte dalle prime. Un altro importante elemento di innovazione sta nell’acquisizione dei dati, che avverrà da parte di comuni cittadini, volontari nel ruolo di Citizen Scientist [con attività di Passive Sensing], da istituzioni pubbliche e private che renderanno a loro volta disponibili attraverso i propri mezzi navali/nautici, misurazioni che andranno ad alimentare un’architettura appositamente sviluppata per la gestione ottimizzata di dati eterogenei e distribuiti in modo non regolare.

I dati saranno convogliati in un’architettura cloud-based, elaborati in sistemi di supporto decisionale e resi disponibili a tutti, in modo aperto ed interoperabile con altri sistemi nazionali ed internazionali di condivisione dati già esistenti, rispettando quanto previsto dalle direttive Europee e normative nazionali in fatto di dati georeferenziati. Le informazioni così raccolte in tempo reale ed elaborate saranno utilizzabili attraverso applicazioni web orientate a svariate finalità, come ad esempio il monitoraggio ambientale, la pianificazione territoriale e la pesca, fino alle attività ricreative o alla balneazione. Sono anche previste applicazioni di tipo mobile per la fruizione e condivisione dei dati su una piattaforma social web-oriented dedicata sia ad operatori professionali, sia all’utenza generalista.

La piattaforma costituirà quindi un valido e concreto strumento per la divulgazione scientifica e per la gestione delle informazioni legate all’ecosistema marino (turismo, condivisione di politiche ambientali, sicurezza, ecc.), per raggiungere una “coscienza ambientale informata” orientata al monitoraggio, alla valutazione dello stato dell’ambiente e al coinvolgimento della cittadinanza alle eventuali politiche di salvaguardia del territorio.

 

DURATA DEL PROGETTO: 21 mesi
BUDGET: 1.499.391,99
PARTNER: Traspobank S.r.l (Capofila), OGS, Università degli Studi di Trieste, e Studio Peloso & Associati sas

 

Scopri gli altri servizi di Transpobank


Tracker
il satellitare di bordo per gestire le flotte in tempo reale e sapere tutto sui camion.

Caricamion

Il servizio di borsa carichi dedicato esclusivamente ai Padroncini monoveicolari.

Gestionaletrasporti.it

Gestionale trasporti on line con fatturazione elettronica.

Trasportale

il portale di informazione dedicato tutto all'autotrasporto merci.